del Ten. Alberto Nicolis

Ottobre denso di eventi militari, in Italia e in Svizzera.

A Milano c’e’ stato il cambio di ben 4 colonnelli comandanti.

2014 10 nicolis 1Ho mancato solo il cambio del Rgt. Trasmissioni nella caserma Santa Barbara, che ospita anche il rgt. Articavallo Voloire.

Tutte le cerimonie sono avvenute di giorno feriale, conseguenza di un esercito non più di leva.

2014 10 nicolis 2Al liceo militare Teulie’ in corso Italia, il gradito ritorno del Col. Violante, gia’ conosciuto come comandante del battaglione Allievi.

Lascia il col. Giordano, che ha chiuso la partecipazione degli allievi al mio corso di tiro a segno.

2014 10 nicolis 4Sabato 4 ottobre si e’ tenuta ad Ascona, bella cittadina svizzera che si affaccia sul lago Maggiore, la classica gara di orientamento in notturna in ambiente urbano, organizzata dal CUdL, il Circolo Ufficiali di Lugano.

Ho partecipato per la prima volta a questa competizione nel 2008 a Mendrisio e serbo il ricordo di 100 pattuglie in mimetica che sfrecciavano nella notte con un fucile d’assalto a tracolla ed un faretto in testa!

2014 10 nicolis 3No, noi non correvamo, si camminava, ed il fucile pesava … fuori classifica …

Da allora, ho partecipato come ospite accompagnatore delle pattuglie di ANArtI – loro corrono, mentre io partecipo al tour degli ospiti con presentazione manifestazione, aperitivi, giro culturale ed enologico.

Il Ten. Col. Mayerhofer, presidente della gara, nel briefing tenuto alla enoteca Arnaboldi, ci ha presentato il suo successore, Magg. Canevascini.

Nel giro culturale abbiamo visitato il teatro san Materno, ora ristrutturato.

2014 10 nicolis 5Al CEDOC – Centro Documentale – la struttura che ha sostituito il distretto militare, un vecchio amico, Mauro Arnò ha preso il comando in una cerimonia sobria, ma partecipata.

2014 10 nicolis 6Alle Voloire il comandante Vignocchi ha passato lo stendardo del più glorioso e medagliato rgt. di artiglieria al col. Franchini. Solo tre le batterie in schieramento, con la ‘Biella’ specializzata in operazioni con i reparti lagunari.

Per concludere con gli eventi militari scopro che per la riduzione delle spese non ci sarà la tradizionale inaugurazione dell’anno accademico alla Teuliè – con l’allocuzione di tanti personaggi prestigiosi.

Al circolo ufficiali di presidio, a palazzo Cusani, ho assistito ad un simbolico Processo a Badoglio, un excursus di accuse per la battaglia di Caporetto, della guerra di Abissinia e per le note vicende dell’8 settembre, presentate da personaggi militari e controbattute da giudici del tribunale di Milano.

Pare che le tesi della accusa sia stata più convincente di quelle della difesa, visto che la maggioranza degli invitati ha espresso il giudizio di colpevolezza.

Annunci